Pistoia, città a mobilità intermodale

Molte le iniziative di mobilità attiva della Giunta pistoiese. Un percorso a ostacoli, ma anche un modello di buone pratiche.
20/11/2013
  • Margherita Martini
Pistoia pedonale

La pedonalizzazione completa di tre piazze, l’ampliamento h24 della zona a traffico limitato per l’accesso in città, la realizzazione di parcheggi di scambio, l’attivazione di bus navetta per il centro. Quando, nel maggio scorso, la Giunta comunale di Pistoia decide di aderire al concorso “Città amiche del camminare 2013” bandito da ministero dell’Ambiente e Federtrek, sono già in corso una serie di iniziative mirate alla promozione della mobilità attiva e intermodale. Attività che rientrano nel quadro programmatico che il sindaco, Samuele Bertinelli, ha voluto portare avanti fin dall’inizio del suo insediamento.

«Un programma legato a doppio filo con il concetto di salute, inteso nel senso più ampio del termine. La salute come benessere psicofisico del singolo e dunque come riconquista collettiva di luoghi e spazi comuni, tempi slow, cultura dello stare insieme», racconta Tina Nuti, assessore alle Politiche sociali, sviluppo economico e turismo. «A Pistoia - continua Nuti - abbiamo potuto realizzare questi interventi anche in virtù della struttura architettonica della città che, con un centro medievale disseminato di piazze e strade storiche, offre la possibilità di un “recupero” che non implica per forza interventi di grande impatto strutturale».

È la novità che fa paura
Nonostante la predisposizione urbanistica favorevole e i buoni propositi della Giunta siano stati fondamentali per il successo (Pistoia si è aggiudicata il concorso), non bisogna pensare a un percorso privo di ostacoli. Anzi. «La difficoltà principale è stata far passare il messaggio che queste iniziative sarebbero state a vantaggio - e non una penalizzazione - del settore commerciale. Una contrarietà che del resto si riscontra anche in altre realtà, come confermano le testimonianze raccolte a settembre a Roma, durante la cerimonia di premiazione», continua Nuti.

Per risolvere le diffidenze, è stato necessario insistere sull’idea che il cambiamento avrebbe portato qualità. E così una serie di “contrattazioni” e trattative si sono rivelate veri e propri momenti di crescita comune, fino alla firma di un protocollo d’intesa tra Comune, Confcommercio e Confesercenti. Un accordo che prevede un calendario di interventi sulla mobilità mirati al rilancio delle attività commerciali e turistiche e alla riqualificazione del centro storico.

Nel pacchetto dei provvedimenti rientra l’introduzione del Night-Bus, un servizio di navetta notturno e gratuito che collega i parcheggi di scambio con il centro storico. L’iniziativa, già lanciata all’inizio della primavera scorsa per favorire la mobilità alternativa all’automobile privata, è stata poi confermata fino alla fine dell’anno (feste natalizie comprese), visto il successo registrato in fase di sperimentazione. Il Night-Bus registra infatti una media di 440 passeggeri a serata. «Tra l’altro - racconta ancora l’assessore - l’utilizzo dei bus navetta ha avuto un effetto inaspettato sulla salute dei giovani che, grazie a questo nuovo modo di vivere la città, si sono mostrati meno inclini all’uso di bevande alcoliche. E il rientro a casa è meno problematico».

Chi si ferma è perduto
Ricevere un riconoscimento così importante non deve però portare a oziare sugli allori. E infatti a Pistoia l’impegno continua. Per esempio, con la realizzazione di una pista ciclabile di circa 1 km (i lavori rientrano nel piano triennale delle opere pubbliche, per un importo di 438 mila euro): pista che collegherà i parcheggi di scambio al centro storico e alla stazione ferroviaria. Il percorso ciclopedonale è a doppio senso di marcia, realizzato con un asfalto a resina colorata, rialzato e protetto da una siepe da un lato e da dissuasori di sosta in acciaio dall’altro. È poi in cantiere il recupero di piazza Spirito Santo, sede di uno dei mercati storici della città, che sarà completamente riqualificata attraverso un concorso di idee europeo: al termine dei lavori, la piazza sarà pedonalizzata. Sono previsti interventi sull’arredo urbano, per permettere una maggiore fruibilità da parte di tutte le fasce di popolazione degli spazi collettivi, delle piazze e dei luoghi di socializzazione. Infine, a seguito di un referendum cittadino, tre parchi pubblici sono stati da poco recuperati e intitolati rispettivamente alla filosofa e matematica Ipazia, all’attrice Anna Magnani e alla giornalista Ilaria Alpi.

Sullo sfondo, la Carta di Toronto
«La società della salute dovrà assumere decisamente il ruolo di attivazione e integrazione delle politiche comunali per la promozione di stili di vita orientati alla salute e al benessere dei cittadini. Occorre quindi fin da subito metterla in relazione con tutti i soggetti del territorio, sociali ed economici, interessati a concorrere al raggiungimento di questi obiettivi comuni». Con una dichiarazione programmatica simile, l’amministrazione comunale di Pistoia sembra abbracciare in pieno la filosofia della Carta di Toronto, documento pubblicato a maggio 2010 dal Global Advocacy for Physical Activity e strumento di advocacy per la promozione di uno stile di vita attivo e sostenibile per tutti. La Carta, del resto, è stata già fatta propria da diverse città (per esempio, da Napoli) come strumento ufficiale di indirizzo per le politiche urbane.

Un ulteriore aiuto per la diffusione di esperienze come quella pistoiese viene dal fronte istituzionale, laddove esistono iniziative rivolte alla promozione della vita attiva. Nell’ambito del progetto ComunicAzioni, per esempio, sono stati prodotti strumenti di comunicazione utili:

 

Aggiungi un commento

Plain text

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
  • The Lexicon module will automatically mark terms that have been defined in the lexicon vocabulary with links to their descriptions. If there are certain phrases or sections of text that should be excluded from lexicon marking and linking, use the special markup, [no-lexicon] ... [/no-lexicon]. Additionally, these HTML elements will not be scanned: a, abbr, acronym, code, pre.
CAPTCHA
Sistema anti spam. Compila il form sottostante per dimostrare di non essere uno spambot.
a
A
n
1
a
0
Inserisci il codice riportato SENZA gli spazi.
Vivere in città, Politiche, Microcosmo