Città più verdi anche grazie agli orti domestici

Giardini, parchi, orti, cortili. Il verde è un’oasi di benessere contro lo stress della vita cittadina e può favorire il movimento. L’Italia non è messa male, con circa 30 mq per abitante.
30/05/2013
  • Debora Serra
verde urbano

Immagine: 

Verde urbano (fonte: newsinfo.iu.edu)

Aumentano, in tutta Italia, le aree verdi all’interno delle città. Certamente i parchi ma anche gli orti urbani, i cortili scolastici e, in senso esteso le aree attrezzate per fare sport e le piste ciclabili. Insomma, tutto quanto possa ricordare la vita “naturale” o rurale. E in questo il nostro Paese non se la passa male. I centri abitati più grandi come Genova, Trieste, Roma, Napoli, Palermo e Cagliari vantano al loro interno numerosi parchi che offrono riparo dal caos cittadino. E, più in generale, l’ultima indagine Istat rivela che il 2,7% del territorio dei capoluoghi di Provincia è occupato da verde urbano, con una media di 30,3 metri quadri per abitante. Nel mondo, secondo il sito Sustainable Cities, la città con il miglior rapporto tra abitanti e spazi verdi si trova in Brasile (Curitiba, 52 mq), seguita da Rotterdam (28,3 mq), New York (23,1 mq), Madrid (14 mq), Toronto (12,6 mq) e Parigi (11,5 mq).

Tutte le declinazioni del verde
Verde non significa solo prato e parco, ma anche orto urbano e, tra cortili e orti verticali, le stime riguardano oltre 4 milioni e mezzo di italiani. Infatti, complice la crisi, sono sempre meno le famiglie che comprano frutta e verdura nei supermercati (negli ultimi 10 anni l’acquisto annuo di questi prodotti è calato di circa 100 kg e, nel 2011, solo il 18,4% della popolazione ha consumato quotidianamente almeno quattro porzioni tra frutta, verdura e legumi freschi). Per fare un orto domestico basta un piccolo pezzo del balcone, un investimento sotto i 100 euro e l’ottimizzazione degli spazi che sfrutti l’alternanza di piante più alte (pomodorini, peperoni e melanzane) e composizioni di prezzemolo, basilico ed erbette.

Quasi la metà delle amministrazioni comunali dei capoluoghi di Provincia ha previsto orti urbani tra le modalità di gestione delle aree del verde. Il profilo di chi aderisce è molto eterogeneo: ai 40enni attenti all’alimentazione e al benessere, si affiancano pensionati e famiglie in cerca di risparmio. Al punto che oggi questo fai da te agricolo attira due famiglie su dieci.

Verde speranza?
E c’è di più. Essere circondati dal verde risolleva anche l’umore: è il risultato emerso da uno studio condotto dall’Università di Exeter e pubblicato sulla rivista Psychological Science. Secondo Mathew White, che ha condotto l’indagine, «vivere in aree urbane con molti spazi verdi può avere un impatto positivo sulla qualità della vita: pari a circa un terzo dell'impatto sul benessere che ha l'essere sposati». Felicemente sposati, s’intende.

2 Commenti

il mio piccolo "balc-orto"

Anche io da pochi mesi ho attrezzato il mio balcone ad orto, sono alle prime armi e per cominciare ho piantato basilico menta e peperoncino! Abbastanza per mettermi di buonumore ogni volta che guardo le mie amorevoli piantine crescere.

Aggiungi un commento

Plain text

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
  • The Lexicon module will automatically mark terms that have been defined in the lexicon vocabulary with links to their descriptions. If there are certain phrases or sections of text that should be excluded from lexicon marking and linking, use the special markup, [no-lexicon] ... [/no-lexicon]. Additionally, these HTML elements will not be scanned: a, abbr, acronym, code, pre.
CAPTCHA
Sistema anti spam. Compila il form sottostante per dimostrare di non essere uno spambot.
O
1
i
z
O
I
Inserisci il codice riportato SENZA gli spazi.
Vivere in città, Paesaggi urbani