Libri in… Giro

C’è chi ha scritto un giro del mondo in 80 giorni e chi ne ha ideato uno in 80 librerie, da fare rigorosamente in bicicletta. Per riscoprire il piacere delle parole e sfatare il mito che leggere sia un’attività per pigri.
05/06/2014
  • Debora Serra
Giro d'Italia in 80 librerie

Duemila chilometri sulla via Francigena, 100 ciclisti, 28 tappe e una montagna di libri: sono alcuni dei numeri che caratterizzano il primo Giro d’Italia in 80 librerie (e biblioteche), promosso dalla casa editrice Marcos y Marcos. Il progetto, nato da un’idea dell’associazione Letteratura rinnovabile con il contributo della Regione Toscana e di Snam, vede la collaborazione di editori, librerie, biblioteche e scuole. Ma anche del mondo associativo con l’adesione della Federazione italiana amici della bicicletta (Fiab), dell’Associazione italiana biblioteche (Aib) e dell’Associazione librai italiani (Ali).

Ecco il trailer del Giro.

 

Come racconta Simone Sacco, ideatore dell’evento, l’idea è venuta un po’ per caso: «Lavoro da anni nell’editoria e volevo fare qualcosa di speciale per mettere in movimento la lettura. Così mi è venuto in mente di realizzare una “traversata” a due ruote dell’Italia». L’evento, partito da Aosta il 2 giugno, si conclude il 21 giugno a Roma dopo aver toccato diverse città della penisola e intrecciato la sua strada con quelle di tanti festival culturali. Tra questi: Les Mots, il Festival della parola di Aosta, il Salone internazionale del libro di Torino, il Piano City di Milano, il Festival della viandanza di Monteriggioni, Ciclomundi a Portogruaro, il Caffeina festival di Viterbo, Letti di notte a Roma e il Festival delle storie che si svolge tra Abruzzo, Lazio e Molise.

Tra una pedalata e l’altra
Numerose le attività collaterali alle pedalate: un torneo sportivo che assegnerà la prima Coppa Italia di biglie (sic!) a coppie, un concorso a premi per votare la vetrina meglio allestita, numerosi incontri enogastronomici, un soggiorno al “campeggio Libro” di Vasto, visite nei musei e nei siti archeologici insieme ad alcuni autori del panorama culturale italiano, le “letture bendate” (con tanto di mascherine per godersi la letteratura a occhi chiusi), laboratori per bambini, letture su due ruote, le immancabili colazioni dei campioni, ciclostaffette e sessioni di musica dal vivo.

Ciclisti d’eccezione
A proposito di autori: tra i partecipanti al Giro, ve ne sono diversi. Tra questi: Andrea Vitali, Melania Mazzucco, Cristiano Cavina, David Riondino, Paolo Cognetti, Giuseppe Culicchia, Camilla Trinchieri, Antonio Pascale, Paola Zannoner. Ma anche Tony Wheeler, l’ideatore della guida Lonely Planet. Insomma, la lettura non è mai stata così attiva. E da questa partecipazione potremmo anche aspettarci di trovare presto sugli scaffali una nuova Lonely Planet dedicata alle strade per raggiungere le librerie d’Italia.

 

Aggiungi un commento

Plain text

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
  • The Lexicon module will automatically mark terms that have been defined in the lexicon vocabulary with links to their descriptions. If there are certain phrases or sections of text that should be excluded from lexicon marking and linking, use the special markup, [no-lexicon] ... [/no-lexicon]. Additionally, these HTML elements will not be scanned: a, abbr, acronym, code, pre.
CAPTCHA
Sistema anti spam. Compila il form sottostante per dimostrare di non essere uno spambot.
A
I
0
i
N
Z
Inserisci il codice riportato SENZA gli spazi.
Vivere insieme, Nel tempo libero