Mobilità integrata, un’esperienza possibile: il caso di Torino

Se la città dell’auto per antonomasia ha risposto bene a un progetto di mobilità che intende rinunciare alle 4 ruote "non sempre, ma ogni volta possibile"... allora si può fare davvero!
07/02/2014
  • Maria Rosa Valetto
mobilità integrata

Incoraggiare le persone a diversificare le modalità di spostamento in città, proponendo un cambiamento concreto e misurabile delle abitudini di mobilità. Mics (Mobility Integration for Community Solutions o “mobilità integrata per una comunità che sperimenta”) è un’interessante e innovativa esperienza che ha avuto luogo a San Salvario, quartiere multietnico torinese dove l’integrazione è una priorità.

Tra pragmatismo e buon senso
Dal gioco di parole è facile intuire che Mics si inquadra in Do the right mix, la campagna europea per la mobilità sostenibile. E, come progetto di comunicazione, è stato premiato dalla Commissione europea.

«La campagna finanziata dai fondi europei è iniziata nel novembre 2012 ed è stata seguita nella primavera-estate dell’anno successivo da un fase concreta di sperimentazione su base volontaria. Ha avuto il patrocinio di alcuni enti in prima fila nel rilancio del quartiere come Ciclobus, Donne a difesa della società civile, Gruppo Abele, Laqup, ManaManà, l’associazione Nessuno, L’oratorio San Luigi e Solco onlus. È stata sostenuta da un’intensa attività mediatica, anche su Facebook», racconta Roberto Arnaudo, direttore dell’Agenzia per lo sviluppo locale di San Salvario onlus.

«Ci siamo rivolti alle persone che in San Salvario abitano o lavorano, attivando un’attività di sportello che ha raccolto una ventina di volenterosi: circa uno su tre di quelli che ci hanno contattato. Una buona percentuale senza dubbio, frutto del fatto che chi ci ha cercato era già motivato, disponibile e consapevole, ma anche dell’approccio che abbiamo scelto». Un approccio pragmatico che ha evitato il messaggio drastico “butta via la macchina”, privilegiando invece un ragionamento di buon senso del tipo: “basta organizzarsi un po’ meglio per sfruttare l’offerta di mezzi di trasporto alternativi”. C’è poi anche chi questa alternativa non l’ha trovata, ma almeno il tentativo è stato fatto.

Vantaggi e speranze
Qual è il profilo di questo manipolo di uomini e donne di buona volontà? «Persone di mezza età, ma anche studenti e qualche cittadino straniero in linea con le caratteristiche della popolazione di San Salvario», sottolinea Arnaudo. E quali i commenti a favore o sfavore? «Molti hanno apprezzato una qualità diversa del tempo: sia come riduzione della durata del trasporto, sia come possibilità di fruire, per esempio, della lettura del giornale sul mezzo pubblico o del piacere di una pedalata in bicicletta. Poi c’è il risparmio economico, spesso significativo: l’ipotesi più vantaggiosa, quando il nucleo famigliare è riuscito a passare da due a una sola auto di proprietà. Vantaggi non trascurabili sono venuti anche dall’offerta di abbonamenti a mezzi pubblici e car sharing a tariffe convenzionate».

L’esperienza di Mics è documentata da un gradevolissimo video. Inoltre, poiché l’intero progetto è stato condotto con metodo, i partecipanti si sono impegnati a tenere un diario nel corso della sperimentazione, che potrà fornire informazioni utili per indirizzare i progetti futuri. L’intenzione è infatti quella di continuare, con qualche eventuale variante. «Chi ha provato Mics ha poi proseguito con la mobilità alternativa anche a sperimentazione conclusa. Un segnale chiaro che ci incoraggia a insistere su questa strada», conclude Arnaudo.

 

Aggiungi un commento

Plain text

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
  • The Lexicon module will automatically mark terms that have been defined in the lexicon vocabulary with links to their descriptions. If there are certain phrases or sections of text that should be excluded from lexicon marking and linking, use the special markup, [no-lexicon] ... [/no-lexicon]. Additionally, these HTML elements will not be scanned: a, abbr, acronym, code, pre.
CAPTCHA
Sistema anti spam. Compila il form sottostante per dimostrare di non essere uno spambot.
4
n
I
0
Z
i
Inserisci il codice riportato SENZA gli spazi.
Vivere in città, Mobilità e trasporti, Microcosmo