Estate: l’attività fisica non va in vacanza

In Italia, grazie a tante iniziative low cost e accessibili, quest’anno si può coniugare relax e movimento.
29/07/2014
  • Milly Barba
estate in movimento

Immagine: 

foto credit: ciccio.it, flickr

Zumba, immersioni, trekking, bici e sport da spiaggia. Restare attivi d’estate, anche in vacanza, è più facile di quanto non si creda. Da nord a sud, sulla costa o in montagna, si moltiplicano le iniziative pensate per tutti i tipi di tasche e di turisti, più o meno allenati.

Cinque Terre: immersioni e walking tour
Se siete amanti delle passeggiate all’aria aperta, si può partire alla scoperta dei borghi, dei vigneti e degli antichi santuari del Parco nazionale delle Cinque Terre. Grazie allo speciale walking tour guidato (al prezzo di 2,50 euro a persona), potrete immergervi nella vegetazione, ma anche nei profumi e nei sapori tipici della Liguria: al termine del giro, infatti, è prevista una degustazione di prodotti locali. Nell’area marina protetta, inoltre, c’è la possibilità di esplorare gli itinerari subacquei suggeriti dalle varie associazioni di diving. I costi non sono eccessivi e ci sono percorsi che soddisfano ogni tipo di esigenza, con un’attenzione particolare per i disabili.

Riviera beach games: quando lo sport è da spiaggia
Regina indiscussa del divertimento sulla sabbia è l’Emilia-Romagna che, con la settima edizione dei Riviera beach games, offre ai turisti un fitto calendario di appuntamenti sportivi gratuiti, disseminati in varie città costiere e negli stabilimenti balneari. A Cattolica, il 1 agosto, grandi e piccini potranno sentirsi arcieri per un giorno, grazie al tiro al bersaglio con arco rebel organizzato dall’Altamarea beach village. Il 2 agosto sarà la volta del tiro alla fune e del surf party; il 3 agosto, invece, turisti e appassionati potranno cimentarsi nella gara di bici acquatiche saturnbike. Ma non è tutto. A Cervia, dal 1 al 14 agosto, gli amanti della racchetta potranno partecipare al ping-pong più infuocato della stagione, in occasione del Festival internazionale del tennis da tavolo. A Gatteo Mare, infine, il volley si gioca a tre e si reinventa: abbandonata la sabbia, si trasferisce in acqua, in una porzione di terreno “liquido” delimitata da un campo gonfiabile. E ancora: basket, beach volley ed eventi urban collaterali come il free style e la danza hip hop coronano il serrato palinsesto, facendo della riviera romagnola un luogo unico per restare attivi divertendosi, anche in vacanza.

Puglia: zumba in Salento e trekking nella macchia
Sempre sul mare, anche la Puglia riserva sorprese. A Gallipoli, nel cuore del Salento, si può ballare gratuitamente la zumba sul bagnasciuga oppure seguire corsi di acquafitness e risveglio muscolare, come quelli che, ogni giorno, lo stabilimento Zeus beach offre ai propri clienti. Il turista più attento che non si accontenta delle spiagge, tuttavia, può lasciarsi sedurre dalla bellezza incontaminata della riserva di Torre Guaceto, nel brindisino. Qui, con soli 10 euro, potrà fare trekking tra la macchia mediterranea millenaria ed esplorare il fitto e misterioso canneto, in compagnia di un esperto. Nella riserva, inoltre, sono previsti percorsi alternativi e guidati anche per gli amanti del bike trekking.

La redazione di azioni quotidiane è stata sulle spiagge di Gallipoli, per chiedere direttamente a turisti e bagnanti se per mantenersi in forma praticano attività fisica anche d’estate. Ecco il video:

 

Sardegna: la vacanza (sportiva) che non ti aspetti
Coloro che decidono di trascorrere le vacanze in Sardegna potranno partire alla scoperta dell’Ogliastra, sul versante orientale dell’isola. Si tratta di un territorio ideale per fare trekking, climbing o mountain bike. Ad agevolare i turisti che vogliono rimanere in forma ci pensano, poi, Peter e Anne, i simpatici gestori inglesi del b&b The Lemon House, a Lotzorai. I coniugi, esperti conoscitori della zona, hanno studiato da tempo i percorsi più appropriati per le arrampicate, l’escursionismo, il ciclismo e le gite in kayak, realizzando cartine e guide che forniscono gratuitamente ai propri ospiti. I tragitti sono di diversi tipi, tutti proposti in base all’esperienza dei visitatori, ai quali è fornito (sempre in modo gratuito) anche un gps, per spostarsi con facilità e rendersi rintracciabili in caso di emergenza. «Il know how della nostra attività consiste nel guardare al benessere della persona e indirizzarla nel modo giusto verso lo sport», sottolinea il gestore.

La Sicilia si scopre camminando
Ma anche la Sicilia non è un’isola riservata solo ai bagnanti. Risalendo i rocciosi pendii, a San Vito Lo Capo, vicino Trapani, si potrà infatti esplorare la meravigliosa riserva dello Zingaro, un vero e proprio paradiso per gli amanti del trekking. Aperta per tutta l’estate, consente il libero accesso ai visitatori. Per i tour guidati, il costo è di 5 euro a persona. L’11 agosto, poi, si potrà godere della riserva anche di notte, scrutando le stelle durante l’evento “A lume di luna”. Sul versante occidentale dell’isola, invece, il trekking è “vulcanico”: a Catania, il 7 settembre, Legambiente condurrà gratuitamente turisti e appassionati alla scoperta del Parco dell’Etna, tra campi lavici, praterie, distese e boschi.

 

Aggiungi un commento

Plain text

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
  • The Lexicon module will automatically mark terms that have been defined in the lexicon vocabulary with links to their descriptions. If there are certain phrases or sections of text that should be excluded from lexicon marking and linking, use the special markup, [no-lexicon] ... [/no-lexicon]. Additionally, these HTML elements will not be scanned: a, abbr, acronym, code, pre.
CAPTCHA
Sistema anti spam. Compila il form sottostante per dimostrare di non essere uno spambot.
z
1
0
0
1
1
Inserisci il codice riportato SENZA gli spazi.
Nel tempo libero, Vita attiva e sport