Giornata mondiale dell’attività fisica: un gol per la salute

Tanti gli eventi per trascorrere un 6 aprile all’insegna del moto e di uno stile di vita attivo. Ma deve diventare un’abitudine quotidiana, perché i dati dicono che siamo ancora troppo sedentari.
04/04/2014
  • redazione
giornata mondiale dell'attività fisica

Immagine: 

Il poster della giornata mondiale 2014 (traduzione in italiano a cura del Dors)

“L’attività fisica: un gol spettacolare per la salute”. È con questo slogan - una metafora calcistica: andare a segno per il proprio benessere - che domenica 6 aprile si celebra l’undicesima edizione della giornata mondiale dell’attività fisica. L’iniziativa, promossa dall’organizzazione brasiliana Agita Sao Paulo e dalla rete Agita Mundo, grazie al grande successo riscosso in Sudamerica sin dal 2002 è stata ripresa e rilanciata dall’Organizzazione mondiale della sanità (Oms). Ogni anno, in tutto il mondo, il 6 aprile (data in cui si sono aperti i Giochi Olimpici ad Atene nel 1896) si organizzano manifestazioni, incontri ed eventi per promuovere l’esercizio e il movimento per la salute.

E ce n’è un gran bisogno, se guardiamo il quadro epidemiologico. Secondo l’Oms la sedentarietà è il quarto fattore di rischio globale di mortalità, e causa ogni anno 3,2 milioni di morti. In particolare, si stima che l’inattività provochi circa il 30% delle malattie cardiache, il 27% del diabete e quasi il 25% dei tumori a mammella e colon. In Italia, la sedentarietà non è un problema soltanto degli adulti, ma anche di bambini e anziani: lo dimostrano in modo eloquente i numeri prodotti dai sistemi di sorveglianza OKkio alla Salute, Passi e Passi d’Argento dell’Istituto superiore di sanità.

L’edizione 2014 della giornata mondiale
Per una diffusione dei messaggi più capillare ed efficace, il Centro di documentazione della Regione Piemonte per la promozione della salute (Dors) ha tradotto in italiano il poster realizzato dal governo catalano nell’ambito del Plan de actividad física, deporte y salud (Pafes), un programma di promozione dell’attività fisica, sport e salute che vuole migliorare la qualità della vita delle persone sedentarie e aumentare i livelli di esercizio della popolazione adulta. Sono cinque anni che il Pafes sostiene e aderisce alla giornata mondiale.

In linea con le raccomandazioni dell’Oms, il messaggio di quest’anno è semplice e diretto: metti insieme 30 minuti di attività fisica ogni giorno per la tua salute e il tuo benessere. Muoversi fa bene, ma farlo quotidianamente può diventare davvero decisivo. Proprio come segnare un gol per la salute, che abbina nella stessa azione spettacolo ed efficacia. Tutti possono aderire con attività di vario tipo: camminare, correre, andare in bici, partecipare a giochi di movimento, giochi tradizionali, tornei non competitivi; ma anche diffondendo informazioni e messaggi sui benefici e sull’importanza di fare esercizio, sui social network oppure attraverso il muro virtuale allestito sul sito del Dors.

Qualche iniziativa in calendario
Gli eventi in programma sul territorio per domenica 6 aprile sono comunque numerosi. Solo per citarne qualcuno, l’Unione italiana sport per tutti (Uisp) organizza la 31° edizione di Vivicittà, corsa podistica - 12 km la competitiva, da 1 a 4 km le amatoriali - che scatterà simultaneamente alle ore 10.30 in 45 città italiane e 10 all’estero. «Una corsa che lega la tutela dell’ambiente, il bisogno di sport, la solidarietà internazionale e la vivibilità dei centri storici. Quest’anno abbiamo scelto di dare il via da Rebibbia, a Roma, perché i problemi delle carceri riguardano tutta la comunità. E lo sport riesce a far comunicare i luoghi della reclusione con il territorio e le città», sottolinea Vincenzo Manco, presidente nazionale della Uisp.

In Umbria, a Perugia, dalle ore 21 alle ore 23 si potrà passeggiare in notturna con il “piedibus serale”: l’itinerario, che non presenta particolari difficoltà, sarà alla portata di tutte le età. Partenza da piazza Monteluce, con scarpe comode e gilet ad alta visibilità.

In Veneto, nell’ambito del progetto “Palestre Verona”, una manifestazione pubblica vuole portare l'attenzione dei cittadini sull’importanza di uno stile di vita attivo. L’idea è irrompere tra le ore 12 e le 13 con un flash mob in Piazza Brà, vicino alla sede del Comune: otto minuti di ballo, dove il ritmo dei passi su una base musicale orecchiabile si propone di catturare l’attenzione e coinvolgere i cittadini in una divertente danza collettiva. Non sarà necessario essere coordinati, né indispensabile rispettare gesti e tempi. Ciò che conta è solo muoversi: come si può e per quanto si può, perché il messaggio che deve passare è che l’attività fisica è facile, divertente e soprattutto fa bene. Tutti i giorni.
 

Segnalaci altri eventi o iniziative locali, e mandaci le foto: le condivideremo sulla pagina Facebook o sul profilo Twitter di azioni quotidiane. E allora buon 6 aprile, in movimento, a tutti!

 

Aggiungi un commento

Plain text

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
  • The Lexicon module will automatically mark terms that have been defined in the lexicon vocabulary with links to their descriptions. If there are certain phrases or sections of text that should be excluded from lexicon marking and linking, use the special markup, [no-lexicon] ... [/no-lexicon]. Additionally, these HTML elements will not be scanned: a, abbr, acronym, code, pre.
CAPTCHA
Sistema anti spam. Compila il form sottostante per dimostrare di non essere uno spambot.
Z
a
Z
a
0
z
Inserisci il codice riportato SENZA gli spazi.
Fact checking