Invecchiamento attivo: l’Europa premia chi pensa alla salute degli anziani

L'Unione europea sceglie 32 iniziative realizzate da città e regioni a favore della terza età. Per l’Italia sugli scudi la Liguria, con due progetti di promozione del benessere degli over 65.
22/07/2013
  • redazione
invecchiamento attivo

Restare in forma e in buona salute anche quando gli anni passano. L’Unione europea conferisce un riconoscimento a 32 città e regioni per progetti e iniziative realizzati per la promozione del benessere degli anziani. I vincitori si sono distinti per le soluzioni innovative attuate in ambito tecnologico e organizzativo, grazie alle quali è stato possibile apportare miglioramenti all’efficienza del sistema sanitario e dell’assistenza sociale. Il premio nasce nel contesto del Partenariato europeo per l’innovazione nell’ambito dell’invecchiamento attivo e in buona salute, promosso alla fine del 2011 dalla Commissione europea con l’obiettivo di aumentare il numero di anni di vita in buona salute entro il 2020, fornendo esempi concreti di servizi innovativi per i cittadini e i sistemi sanitari del vecchio continente.

L’esperienza della Liguria
Tra i premi consegnati all’Italia, spicca quello alla Regione Liguria per i programmi “Memory training” e “Attività fisica adattata”. Finanziati dalla Giunta regionale con 85 mila euro,  i due progetti dedicati agli over 65 sono veri e propri corsi di allenamento alle funzioni cognitive e motorie, che comprendono approfondimenti sul funzionamento del cervello, il miglioramento e il mantenimento delle prestazioni neuropsicologiche, e la promozione di uno stile vita socialmente e fisicamente attivo. Previste anche sessioni di esercizi da svolgere in gruppo, rivolti a persone con disabilità o che soffrono di malattie croniche. L’attività fisica adattata, infatti, è caratterizzata in particolare da programmi di ginnastica appositamente predisposti per i cosiddetti “soggetti fragili”.

«Per la loro realizzazione sono stati costituiti due gruppi tecnici di lavoro, con rappresentanti della Regione, delle Asl, dei distretti sociosanitari, del volontariato, del terzo settore e dell'ospedale Galliera di Genova: l’esito è stato la messa a punto di linee guida dedicate, in grado di promuove la diffusione a livello regionale dei due progetti», spiega Lorena Rambaudi, assessore regionale alle politiche sociali.

Entrambe le iniziative promosse dalla Liguria rientrano in una serie di interventi regionali finalizzati al mantenimento del benessere degli anziani, attraverso stili di vita corretti, l’educazione motoria e una vita di relazione attiva. L’obiettivo è prevenire fenomeni di esclusione e isolamento sociale, oltre a limitare l'ospedalizzazione e l'inserimento in strutture assistenziali residenziali.

Aggiungi un commento

Plain text

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
  • The Lexicon module will automatically mark terms that have been defined in the lexicon vocabulary with links to their descriptions. If there are certain phrases or sections of text that should be excluded from lexicon marking and linking, use the special markup, [no-lexicon] ... [/no-lexicon]. Additionally, these HTML elements will not be scanned: a, abbr, acronym, code, pre.
CAPTCHA
Sistema anti spam. Compila il form sottostante per dimostrare di non essere uno spambot.
n
4
A
o
I
N
Inserisci il codice riportato SENZA gli spazi.
Stili di vita, Vita attiva e sport