Troppo pigri: 1 italiano su 5 non ha mai indossato una tuta

Un’indagine presentata al Coni mostra che l’attività fisica è ancora poco diffusa come pratica continuativa. Eppure l’80% degli intervistati è entrato in contatto con almeno uno sport.
28/11/2014
  • Rosy Matrangolo
sport e valori sociali

Immagine: 

fonte: www.csi-net.it

Siamo un popolo di santi, poeti, navigatori e… di pigri. Così pare, stando ai dati dell’indagine “Gli italiani, lo sport e i valori sociali”, promossa da Errepi Comunicazione e studio Ghiretti con il patrocinio di Coni, Regione Lazio, Comune di Roma, Centro sportivo italiano, e in collaborazione con Unindistria e Corriere dello Sport. Sono 24 milioni le persone che nel nostro Paese fanno vita sedentaria, un dato tra i più alti al mondo. In sostanza, non pratica alcuna attività fisica un italiano su cinque. Lo sport, dunque, questo sconosciuto? Fortunatamente questo non si può dire. Lo studio fornisce infatti un’altra, più confortante, informazione: in Italia, ben l’80% della popolazione è entrato in contatto almeno con uno sport di qualunque tipo. Di questi, però, soltanto il 38% esercita una disciplina sportiva con continuità.

Poco tempo a disposizione
La causa principale per cui gli italiani non fanno sport, o hanno smesso di farlo, è la mancanza di tempo (il 52%). E non sono pochi (il 27%) a pensare che fare attività fisica sia noioso, quindi «meglio non provare mai». Per il 12% è invece la scelta di altri hobby a togliere spazio alla volontà di sudare un po’. Tra le altre motivazioni che stanno dietro questa presa di distanza dall’attività fisica, anche ragioni di salute (25%) e scarse disponibilità economiche (16%). Non a caso, è la fetta di italiani più adulta - dai 35 anni in su - a iscriversi più spesso a un corso o in palestra: fa esercizio fisico regolare chi può permetterselo, avendo raggiunto una certa stabilità finanziaria. E ancora, tra le cause di questo allontanamento: lo scarso feeling con l’ambiente degli sportivi e la loro mentalità agonistica (4%), il non sentirsi adeguato (5%), o per nulla inclini alla competizione (l’1%).

Fai sport? Ma quanto fai sport?
Quel 38% di italiani “allenati” si divide piuttosto equamente tra donne e uomini: il 54% pratica sport più ore a settimana, il 24% si attiva 1 o 2 ore a settimana, il 12% un’ora al giorno, l’8% più di un’ora al giorno e il 2% meno di un’ora a settimana. Fare movimento, infine, migliora la qualità della vita. La pensa così un’importante fetta (quasi il 40%) dei 1.200 intervistati. Allo sport sono anche associati valori esportabili in altre attività quotidiane e nel mondo del lavoro: grazie all’allenamento si possono superare i propri limiti, è condannata ogni scorrettezza, vince la meritocrazia ed è possibile far passare importanti messaggi culturali. Lo hanno capito anche i privati, che sempre più guardano all’attività fisica come momento e luogo per investire “pulito”: oltre il 31% delle aziende, infatti, sceglie l’ambito sportivo per le proprie attività di responsabilità sociale d’impresa.

 

Aggiungi un commento

Plain text

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
  • The Lexicon module will automatically mark terms that have been defined in the lexicon vocabulary with links to their descriptions. If there are certain phrases or sections of text that should be excluded from lexicon marking and linking, use the special markup, [no-lexicon] ... [/no-lexicon]. Additionally, these HTML elements will not be scanned: a, abbr, acronym, code, pre.
CAPTCHA
Sistema anti spam. Compila il form sottostante per dimostrare di non essere uno spambot.
0
I
O
I
O
1
Inserisci il codice riportato SENZA gli spazi.
Vivere insieme, Nel tempo libero