MuoviBO, l’app per muoversi in salute a Bologna

Percorsi per fare attività fisica e apprezzare le bellezze e le risorse culturali del capoluogo emiliano. La Uisp invoglia al movimento e combatte la sedentarietà con lo smartphone.
16/02/2015
  • Rosy Matrangolo
app MuoviBO

Bologna come non l’avete ancora vista. Come una palestra a cielo aperto (o sotto i portici), che culmina nelle sue bellezze architettoniche e culturali. Coniugare l’esercizio fisico con la riscoperta di un quartiere o del centro storico cittadino è certamente un connubio a cui qualcuno poteva aver già pensato. Ma MuoviBO è un’idea più completa e articolata. La tecnologia interviene infatti per rendere movimento e sane abitudini alla portata di tutti. Non a caso, la buona idea viene proprio dall’Unione italiana di sport per tutti (Uisp) che, insieme al Comune di Bologna e alla Regione Emilia-Romagna, ha lanciato la app MuoviBO. «Uno strumento che vuole dare a tutti la possibilità di fare attività motoria alla propria portata e di avere un personal trainer capace di educare alla salute. Non solo: MuoviBO è anche un mezzo per visitare e scoprire la città», precisa Fabio Casadio, presidente del comitato di Bologna della Uisp.

Che cos’è e come funziona
Ma di cosa si tratta? A partire dalle linee guida dell'Organizzazione mondiale della sanità (Oms) sulla quantità di attività fisica raccomandata, l’obiettivo è proporre percorsi sicuri e accessibili in città, per compiere quei 150 minuti di attività fisica moderata a settimana necessari per ottenere benefici in salute. L’app fornisce diversi percorsi nei quartieri residenziali di Bologna e nel suo centro storico allenando, attraverso tre tipologie di test, a muoversi a diversa intensità. Si può scegliere così la camminata veloce (tra i 4,5 e 6,5 km/h), la corsa lenta (tra i 7e i 10 km/h) o il trekking urbano (a velocità libera). Alla modalità scelta corrisponde poi un valore (Pam - passi al minuto) che con un segnale acustico scandisce il ritmo del passo da mantenere per seguire la velocità scelta. MuoviBO è quindi una sorta di navigatore personale tascabile con il quale correre o camminare, visitando la città alla velocità più adatta al proprio ritmo. Ogni percorso è integrato da immagini e mappe che illustrano gli itinerari da seguire. L’applicazione riporta le foto e le descrizioni (anche in formato audio) di tutti gli edifici di interesse storico, artistico e culturale toccati durante la camminata.

Ma qual è la “dose” consigliata di attività fisica? È sempre l’Oms a suggerire moduli di 10 minuti l’uno. Pillole di movimento alla portata anche dei meno allenati, che consentono di avere una resa e un “ritorno” in salute. Per questo la app contiene anche un “blister” - proprio come per le medicine tradizionali - per tenere il conto di quante dosi di esercizio si consumano al giorno. Ogni blister contiene 150 minuti, il traguardo settimanale per una moderata attività motoria.

Attività a chilometro, impatto e costo zero
Il progetto è un’evoluzione di “Un chilometro in salute”, iniziativa pensata per combattere in modo semplice ed economico la sedentarietà e promuovere l’esercizio fisico, modulandolo sulle capacità individuali. «MuoviBO è uno strumento perfetto per i gruppi di cammino omogenei, intuitivo e semplice da utilizzare. È disponibile anche una versione in inglese per i turisti. Inoltre, per i “meno tecnologici”, stiamo distribuendo porta a porta materiali cartacei per raggiungere più persone possibile. L’idea per il futuro è di estendere l’iniziativa ad altre città italiane: se qualcuno avesse bisogno di ricevere informazioni, può quindi contattarci al nostro indirizzo e-mail», continua Casadio.

Immediatezza e versatilità sono le caratteristiche vincenti di questa nuova app. «MuoviBo può essere esportato ovunque: è una proposta per l’attività motoria a km zero (basta uscire di casa e muoversi), impatto zero (non richiede la realizzazione di infrastrutture) e costo 0 (le persone non devono pagare alcun abbonamento per il servizio)», conclude il presidente di Uisp Bologna.

 

Aggiungi un commento

Plain text

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
  • The Lexicon module will automatically mark terms that have been defined in the lexicon vocabulary with links to their descriptions. If there are certain phrases or sections of text that should be excluded from lexicon marking and linking, use the special markup, [no-lexicon] ... [/no-lexicon]. Additionally, these HTML elements will not be scanned: a, abbr, acronym, code, pre.
CAPTCHA
Sistema anti spam. Compila il form sottostante per dimostrare di non essere uno spambot.
Z
o
I
a
Z
0
Inserisci il codice riportato SENZA gli spazi.
Vivere in città, Nel tempo libero, Microcosmo